Classicvoice.com | Recensioni | Biografie | Discografie | Podcast | Notizie |
 
Home Shop
Prodotti xG
Abbonamenti Estero
Abbonamenti Italia
Classic Antiqua
Classic Ballet
Classic Gold
Classic Jazz
Classic Opera
Classic Premiere
Classic Voice
Libri
Raccolte
Rinnovi Italia
Speciali
Classic Store
Codici promozionali








Classic Voice 130
10.00 Euro

Magazine + 2 cd
Nei 2 cd
I capolavori sacri di Beethoven eseguiti con strumenti originali: la Missa solemnis e la Messa in do maggiore, dirette da John Eliot Gardiner alla guida dell'Orchestre Révolutionnaire et romantique e il Monteverdi Choir. Dedicata all'amico ed allievo del compositore, il cardinale e arciduca d'Austria Rodolfo d'Asburgo-Lorena, la "Missa" fu eseguita per la prima volta il 7 aprile 1824 a San Pietroburgo. È la seconda Messa musicata da Beethoven: la prima, quella in do maggiore Op. 86, la scrisse anni prima su commissione del principe Esterházy più in linea con la tradizione della precedenti messe musicate, sempre per conto degli Esterházy, da Haydn e Hummel.

Nel magazine
In copertina Joyce DiDonato, sulle tracce di Cecilia Bartoli aspettando di cantare Rossini alla Scala. In primo piano un ricco dossier su musica & regime: ieri in Germania e Italia, oggi in Cina, Russia e Venezuela, scegliendo il compromesso o la decisa opposizione. E poi la novità della "partitura grafica", dove con il linguaggio visivo si racconta come Beethoven costruì il Credo della Missa solemnis. Fra le curiosità, i corsi e ricorsi storici per i quali librettisti e compositori d'opera continuano a essere attratti fatalmente dai concorsi. E le alternative didattiche dell'imparare la musica via internet, facendo i compiti per e-mail. Si volta pagina visitando Budapest, dove si fa musica lungo il Danubio, per strada, al conservatorio o a teatro. Si passa al vinile con una domanda: nostalgia o ripresa mentre il cd è al tramonto? Altra domanda, poi, se la fa la scienza sui ritornelli che saltano in testa e che non se ne vogliono andare. Si fa quindi un salto in Colombia, dove i giovani meno abbienti sognano il Venezuela di Abreu. Per la nota polemica ci pensa Alessandrini, con il Barocco tradito da eccessi esecutivi e inadeguatezze canore. Infine Petipa, il coreografo che dettò il canone eterno della danza. Da ultime, non per importanza, le rubriche con gli appuntamenti del mese, dal vivo o via etere, i consigli per i viaggiatori della musica, o per chi cerca l'alta fedeltà nell'ascolto casalingo, le recensioni dei migliori dischi e spettacoli.
blog comments powered by Disqus

Cosa comprano altri clienti dopo aver visto questo prodotto?
username:
password:

Prodotti scelti

Ultime novità
I più richiesti



         
 
Prodotti xG
Abbonamenti Estero
Abbonamenti Italia
Classic Antiqua
Classic Ballet
Classic Gold
Classic Jazz
Classic Opera
Classic Premiere
Classic Voice
Libri
Raccolte
Rinnovi Italia
Speciali
Serve aiuto?
Aiuto
Contatti
Registrati
 
© 2017 xG Publishing srl - p.IVA 13060470153 - www.xgpublishing.it